Il Documento di Valutazione dei Rischi – DVR

Il Documento di Valutazione dei Rischi – DVR

Il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) è il prospetto che racchiude rischi e misure di prevenzione per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro. Grazie al DVR si individuano tutti i possibili rischi presenti in un luogo di lavoro con l’obiettivo di analizzare, valutare e prevenire le eventuali situazioni di pericolo.
Il DVR:

  1. Rappresenta la mappatura dei rischi presenti in un’azienda;
  2. Contiene tutte le procedure necessarie per l’attuazione di misure di prevenzione e protezione da attuare e i ruoli di chi deve attuarle;
  3. Rappresenta un compito assegnato direttamente al datore di lavoro (non delegabile);
  4. È uno dei documenti cardine del Testo unico sulla sicurezza sul lavoro D.Lgs 81/2008.

QUANDO È OBBLIGATORIO

Il DVR è obbligatorio per tutte le aziende con almeno un dipendente o collaboratore e deve essere redatto entro 90 giorni per una nuova attività o nell’immediato quando un lavoratore entra in un’impresa già avviata.
La redazione del DVR è un obbligo non delegabile del Datore di Lavoro, che provvede alla sua stesura in collaborazione con le seguenti figure professionali:

  • Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), collabora con il DL per la valutazione dei rischi e la pianificazione delle misure di prevenzione;
  • Medico Competente (MC),  che valuta i rischi inerenti alla salute dei lavoratori e predispone il protocollo di sorveglianza sanitaria;
  • Rappresentante dei Lavoratori (RLS), che riceve una copia del DVR dopo averne consultato preventivamente il contenuto.  

SANZIONI

La mancata o incompleta redazione del DVR può comportare gravose sanzioni per il Datore di Lavoro che possono prevedere un’ ammenda dai 3.000€ ai 15.000€, oltre a pene detentive fino a 8 mesi.

COSA FACCIAMO

Team Sicurezza si occupa di supportare le aziende nella redazione del DVR ed evitare così inaspettate sanzioni.
Contattaci per un preventivo senza impegno.